Comune di Cervara di Roma
 

Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.
Dipinti sulle mura della città

Altre pagine



Sei in: Home » Museo » visitare il museo: il viaggio della memoria » la stalletta del somaro dell'arciprete
Sei in: Home » Museo » visitare il museo: il viaggio della memoria » la stalletta del somaro dell'arciprete

Museo

la Stalletta del Somaro dell'Arciprete


Siamo al piano terra nell'ambiente subito all'ingresso del Museo dove è esposta una prima parte degli oggetti legati alla vita dei Pastori Transumanti. Il locale costituiva originariamente la stalla delle bestie da soma ad uso della Chiesa Collegiata soprastante. Da qui la sua denominazione.

Nella sezione della pastorizia sono esposti oggetti legati all'allevamento (come le frocette), all'allevamento di piccoli animali (le porte degli “stirigli”, stallette ai margini del paese per le galline, il maiale e il mulo), alla pastorizia (la fabbricazione del formaggio), all'attività di trasporto con i muli dei villeggianti, degli artisti e dei possidenti da Agosta a Cervara sulla “bardella”, sella ritenuta particolarmente comoda per i lunghi spostamenti.  

La pastorizia a Cervara era costituita da pastori che possedevano piccoli greggi di pecore e capre e pochi cavalli e muli che portavano al pascolo nel territorio. Coloro che erano sprovvisti di terra, o ne avevano in quantità insufficiente, partivano a settembre per la campagna romana ed il viterbese portandosi appresso i figli maschi dall’età di 10-11 anni chiamati i "biscini". La “carriera” del pastore e dell'allevatore passava attraverso diverse fasi di apprendistato fino alla funzione di "massaro" dei buoi e di "vergaro" delle pecore. La vita molto dura in rifugi temporanei, capanne o casali escludeva, salvo rarissimi casi di salariate pastore, le donne che seguivano eccezionalmente il marito massaro . I pastori si sposavano più tardi, avevano generalmente meno figli e, nonostante le condizioni di lavoro durissime, godevano di un discreto benessere in quanto il salario, detratto di pochissime spese, serviva ai più fortunati per acquistare un gregge proprio o avviare un'iniziativa diversa o complementare.

in questa stanza sono conservati i grandi cartoni preparatori dell'affresco realizzato da Giuseppe Ciotti, attualmente collocato sulla piazza, che illustrano, attraverso due vedute sul paese e sulla Portella, l'attività delle donne locali nella loro più faticosa attività di raccolta dell'acqua e dei pastori transumanti con i “guardamacchi” in pelle e il grosso ombrello. altri oggetti, ricostruiscono il set completo degli attrezzi tipici dell'epoca e della vita al tempo della transumanza: una cassetta a scomparti che serviva per depositare la poca biancheria ed il cibo necessario per il viaggio; la "callara" con il tipico bastone puntellato per girare il latte da fare il formaggio; la sacca.

 


 

Galleria fotografica

 

NB: Cliccate sull'immagine desiderata per visualizzarla nelle dimensioni reali.


 
Fine dei contenuti della pagina

Sito ufficiale del Comune di Cervara di Roma

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Via Giuseppe Verdi, 9 - 00020 - Cervara di Roma (RM)
Tel. 0774-828715 - Fax 0774-828762
C.F.: 86000210582

Realizzazione ImpresaInsieme S.r.l. Proxime S.r.l.